Carmelitani Scalzi

sito ufficiale della Provincia di S. Carlo Borromeo

IMG 20170116 090059 min

 

Giorni intensi quelli vissuti dal 3 al 7 gennaio all’eremo di Cassano Valcuvia: cinque giorni di studio e vita insieme accolti dai frati carmelitani. 

Eravamo circa in quaranta, tutti studenti dell’Università degli Studi di Milano, fra biologi e chimici, informatici e geologi. Eravamo li insieme per aderire alla proposta che ci viene fatta ogni anno di vivere dei giorni dedicati allo studio personale o di gruppo, in vista degli esami.

 

IMG 20170107 WA0002

 

Potevamo viverla come una semplice full-immersion di studio per recuperare tutto quello non fatto durante il periodo di feste natalizie (un classico degli studenti universitari) ma non è stato così: ciò che l’ha resa più interessante è stata la sfida della convivenza. Infatti, quello che rimane impresso negli occhi e nel cuore è il ricordo di ognuno di noi che si è messo a servizio degli altri in modo libero e gratuito per rendere belli quei giorni insieme. Ognuno come poteva: chi si è implicato fino in fondo nella preparazione delle serate di canti, ascolti e giochi, rimanendo sveglio fino tardi la sera, e chi non ha mai mancato un turno a sparecchiare i tavoli o di lavori in cucina (coordinati da Padre Atanasio, espertissimo nel caricamento lavastoviglie). Sono stati giorni in cui più che mai era chiaro il fatto di essere una comunità di amici viva e unita pur nella diversità di ognuno di noi. È come ci ha detto Padre Paolo: “così si costruisce la Chiesa!”.
Siamo stati tutti particolarmente colpiti dall’omelia della festa dell’Epifania perché Padre Davide, dicendo che “l’Epifania ci riporta al momento in cui l’uomo porta il tesoro della propria umanità a Gesù bambino”, ha richiamato proprio al modo di vivere che abbiamo visto in quei giorni. Ognuno di noi era lì a offrire tutto se stesso, le proprie fatiche e i propri desideri per un’affezione a una comunità che è in Cristo… che bello cominciare l’anno così! 

IMG 20170107 WA0001

 

Siamo tornati a casa contenti e desiderosi di portare nelle nostre famiglie, ai nostri compagni di corso, ai nostri amici la bellezza incontrata a Cassano. Speriamo vivamente che questa amicizia tra di noi e con i padri, possa continuare e fiorire durante tutto l’anno.

 

Marta

Cerca

Accesso Utenti

Iscrizione newsletter